IL CHIANTI COLLI FIORENTINI DIVENTA UN GUSTO GELATO

La collaborazione tra la gelateria biologica Edoardo di piazza Duomo e l’azienda Guido Gualandi di Montespertoli trasforma le note armoniche della docg fiorentina in un innovativo sorbetto

Gelato gusto vino ChiantiFIRENZE – Il sapore armonico, il corpo mai eccessivo e la morbidezza vellutata che arriva con l’affinamento: grazie alle sue caratteristiche il Chianti Colli Fiorentini Docg da questa estate è diventato anche un gusto di gelato. È successo alla gelateria Edoardo, in Piazza del Duomo a Firenze, dove il titolare Andrea Montrucchio ha utilizzato il vino di Firenze per dare vita a un inedito sorbetto.

L’idea nasce dall’incontro tra Montrucchio e Guido Gualandi, titolare dell’omonima azienda vinicola biologica a Montespertoli. Dopo una collaborazione nata con la fornitura di Vinsanto del Chianti Colli Fiorentini Doc per la produzione di zabaione, i titolari della gelateria Edoardo, la prima certificata biologica in Toscana, sono rimasti conquistati dal Montebetti Chianti Colli Fiorentini Docg di Gualandi tanto da decidere di usarlo come ingrediente principale per la loro nuova proposta.

“Nella nostra gelateria abbiamo 18 gusti. Oltre agli ingredienti esclusivamente biologici, puntiamo anche su sapori genuini e ricette ispirate alla nostra tradizione del Piemonte – spiega Montrucchio – il sorbetto Chianti Colli Fiorentini ci consente di aggiungere alla nostra offerta un gusto associato al Chianti e a Firenze, una connotazione più immediata sia per i nostri clienti che per i tanti turisti che entrano nel nostro negozio”.

La realizzazione del sorbetto al Chianti Colli Fiorentini ha richiesto due settimane di sperimentazione per arrivare a un corretto bilanciamento del gusto che richiami in modo fedele il vino. Il risultato è un gelato dal gusto intenso e dal leggero tono rosa-violaceo, pronto a conquistare i visitatori di Firenze e gli amanti del gelato d’autore.

Per maggiori informazioni

Ufficio stampa c/o Fruitecom: 059 – 7863894

www.facebook.com/ChiantiColliFiorentini

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn