Si parlo di Irene dello IAC di Novara, specchio di tante altre città.

Vi chiedo solamente di leggere le sue parole:

Cari amici da tempo vedo, penso, mi tormento. Provo a parlarne, molto. Ma non è facile trovare corrispondenza. C’è fretta, c’è una superficialità nervosa, c’è voglia di non crederci. E c’è uno “strano egoismo”. Strano perché non produce effetti felici per alcuno, credo.

Le piccole città soffrono. Degli stessi mali delle grandi. Ma con una terribile e pericolosa gabbia in più: quella dei confini corti, del mozzo respiro. Culturale e di costume. Ecco, l’orizzonte della cultura e del costume nei grandi centri è più ampio, molto più ampio. Forse i tanti grovigli generano molti problemi, molti disagi, molti drammi. Ma creano anche mille occasioni, aprono le menti, tengono vivaci i cuori.

Nelle province minori esplodono fenomeni difficili e paralizzanti. Vengono fuori la noia e l’indifferenza. Emerge quel tessuto di contraddizioni laceranti che può condannarle alla china.  

Dobbiamo uscire, scendere in strada, riappropriarci degli spazi di incontro. Dobbiamo VIVERE LA CITTA’. Non basta usarla, freneticamente, di giorno. E poi abbassare le saracinesche, spegnere le luci, chiudere gli uffici e scappare via. Non possiamo abbandonare l’anima della città, non possiamo. O pagheremo questo “egoismo”.

Rischiamo di consegnare le chiavi del nostro forziere a chi vuole strapparci il tesoro.

Smettiamola di cercare altrove quello che potremmo avere e fare qui. Smettiamola. In fretta. Altrimenti consegneremo ai nostri figli e al futuro solo rovine.

Non c’è Ronda migliore che la presenza di noi tutti. Il tramonto meraviglioso, le prime ore della notte sotto la splendida luce della cupola vogliono il popolo nelle vie, voci, sorrisi, appuntamenti. Non chiudetevi in casa. Non correte via. Fate sentire che ci siete. Se questo non accadrà e domani avrete paura dell’ombra dovrete interrogarvi sulle vostre responsabilità…

LEGGETE QUI, SU LA STAMPA, UN PEZZO CHE HO SCRITTO IN MERITO.

 Irene

Technorati Tag: ,,
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestShare on Tumblr