RITORNA SU FACEBOOK

L’ANGOSTURA GLOBAL COCKTAIL CHALLENGE 2014

GRANDE SFIDA TRA I MIGLIORI BARTENDER

clip_image001 Dopo il successo degli scorsi anni, prendono il via le selezioni italiane per l’edizione 2014 dell’ANGOSTURA GLOBAL COCKTAIL CHALLANGE, il concorso internazionale dedicato ai barman dove creatività, presentazione, gusto e aroma saranno gli elementi chiave per il successo.

E’ ancora Facebook l’ingrediente che contraddistingue l’edizione 2014 della competizione: ogni ricetta sarà infatti in concorso tramite un video, che dovrà essere caricato sulla pagina Facebook “Angostura Italia”.

I migliori barman italiani si sfideranno per conquistare un posto nella finale italiana: una giuria di professionisti selezionerà i 10 finalisti a cui si aggiungerà il posto speciale assegnato alla ricetta che riceverà il maggior numero di “mi piace” sulla pagina del social network.

clip_image003Un’iniziativa, realizzata con il supporto della Flair Academy di Milano, dedicata ai barman professionisti che potranno cimentarsi nella creazione di cocktail originali e unici utilizzando Angostura Rum e Angostura Aromatic Bitter.

Per partecipare alla qualificazione italiane dell’Angostura Global Cocktail Challenge 2014 i barman dovranno inserire, entro il 5 settembre, sulla pagina Facebook di Angostura Italia il video con la ricetta di un cocktail, a base di Angostura Aromatic Bitter e di Angostura Rum. Ogni partecipante potrà postare un solo video, della durata massima di 3 minuti.

clip_image005

Gli undici finalisti italiani si confronteranno a Milano, il 16 settembre presso il locale “Gioia 69” per contendersi il titolo di vincitore italiano che potrà rappresentare l’Italia alla finale europea del GLOBAL COCKTAIL CHALLENGE. Il concorso si concluderà a Trinidad e Tobago, dove il vincitore europeo parteciperà alla finale mondiale a Febbraio 2014.

Maggiori informazioni e regolamento completo sulla pagina Facebook “Angostura Italia” https://www.facebook.com/pages/Angostura-Italia/221968331205890

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn