Riprendiamo l’antica pratica napoletana del “caffè sospeso”.
Si usava nei bar di Napoli, quando una persona era particolarmente felice perché aveva qualcosa da festeggiare oppure perché aveva iniziato bene la giornata, beveva un caffè e ne pagava due, per chi sarebbe venuto dopo e non poteva pagarselo.

Era un caffè offerto ….. all’umanità. Di tanto in tanto qualcuno si affacciava alla porta e chiedeva se c’era “un caffè sospeso”…. e spesso riceveva in cambio anche un sorriso. 

 

Caffè Servizio con cioccolatino ripieno liquore

 

Caffè sospeso

 

Matteo Stefani, bar Blu in via Carmagnola a Milano ha deciso di adottare il sistema, allargandolo per giunta ad altre categorie merceologiche: anche spumante e birra, per esempio, per chi non se la passa bene (non li devi cercare col lanternino in questo periodo). Tutto annotato su una lavagnetta, con la situazione dei “sospesi” a disposizione.

 

 

 

Corsi Caffetteria e Latte Art: http://www.imparofacendo.it/corso-caffetteria/

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestShare on Tumblr