cassano allo ionio.

In un paese grande spazialmente,ma piccolo nelle risorse umane,ognuno cerca di vincere i fantasmi della povertà,dell’ignoranza,del deterioramento psico-fisico con tutte le forze che un essere umano può avere.

Carmela Santoro,trent’anni,ma nella testa tanti di più perchè  cresciuta troppo in fretta,bruciando ogni tappa della vita,ha sempre avuto un sogno,un sogno grande,un sogno che non può morire perchè si appartiene ad una famiglia di semplici lavoratori e con tanti problemi;eppure il 14 febbraio 2006 il sogno si tramuta in un incubo che toglie il respiro senza lasciar spazio neanche alle lacrime perchè invade,acquistando il predominio su tutto,un incubo che accompagna tristemente tutte le sue lunghe ed insonni notti,ormai da sei anni!

Si è fatta forza e ha messo insieme tutti quei versi che la disperazione,l’angoscia,il tormento di una vita troppo difficile,a volte,di schizzo,la spinta  a  scrivere di getto,nero su bianco,forse per gridare aiuto ed ha fatto sì,con l’eccellente collaborazione della nota casa editrice Gruppo Albatros il Filo,di mettere alla luce Pensieri e Realtà.

Una modalità sottile in versi sciolti,ma in lirica, per esprimere i propri disagi che sono poi i disagi del mondo:l’uomo,unità infinitesimale che sfida la mastodontica Madre Terra che ci governa,ma ci  manda pene!Perchè?Perchè tanta virulenza,tante pene,tante tragedie?E’ la carneficina che l’uomo ha messo in atto:non c’è un solo momento nella vita di carmela santoro privo di sgomento di fronte a quello che è diventato l’uomo o ciò che è ritornato ad essere!Non conosciamo neanche chi siamo,chi sono i nostri veri progenitori:molto probabilmente il capitolo della protostoria sta per essere cambiato,eppure abbiamo avuto il coraggio di sfidare la nostra stessa madre!Per chi crede in Dio prega,si inginocchia,supplica pietà;chi non crede in Dio,ma nella scienza,nella ragione umana e,che non può definirsi ateo erroneamente,ma agnostico,deve per forza fermarsi ad una causa prima non corruttibile,puro spirito,origine di ogni cosa!Non sono parole dei Testamenti Cristiani,ma la saggezza di Aristole,filosofo greco,di impronta edonitisca!Edonè:piacere!l’uomo si affanna,si districa,si tortura per cercarla e più la cerca e più non la trova;più non la trova e più soffre:il saggio GIACOMO LEOPARDI che spazia dal  pessimismo personale a quello storico per poi culminare in quello cosmico!I versi talvolta tanti,talvolta pochissimi,sono dedicati al popolo degli eletti,quel popolo che sa guardare oltre la materialità di corpi diafani per giungere allo stato di massima elevazione emotiva:per noi cristiani,Dio! "Sparse le trecce morbide sull’affannoso petto…."Ecco arrivare  Manzoni con la morte di Ermengarda,una donna ripudiata dal marito,costretta ad una vita monacale costrittiva ed il suo dolore per aver amato in tutta la sua vita un uomo ingrato!Sono proprio le sofferenze di Ermengarda a salvare la sua anima e portarla nella grazia di Dio.Accettazione,rassegnazione sono i sentimenti che inculcano la fede cristiana e che rendono l’uomo infelice per il giovane leopardi che si allontana così dalla fede.Accettazione,rassegnazione sono i sentimenti a cui l’uomo è chiamato a rispondere per il grande Manzoni e la fede cristiana perchè l’uomo è niente senza Dio:c’è sempre una causa di forza maggiore alla quale l’uomo deve piegarsi:malattie,catastrofi,morte!

Un mix di pensieri che prendono forma nel disegno di copertina fatto a mano dall’autrice stessa.Una natura felice,colorata,spensierata dove gli animali nuotano felici nelle trasparenze delle acque cristalline:un mondo primitivo dove non è arrivata la corruzione umana.

Un mondo in cui c’è la presenza della giocosa festività dei bambini,cuori semplici ed ingenui(il fanciullino di Giovanni Pascoli)che non conoscono la cattiveria,l’avidità degli uomini.

Il sole splende(meravigliosa,esuberante,piena di vita e di capricci la nostra benedetta,un giorno maledetta, nana gialla)e rende specchio tutto ciò che incontra o che gli va incontro,ma all’improvviso,ecco una nube tetra arrivare:corre veloce,spietata ed ha  un volto noto pieno di rabbia e d’ira umana.COSI’,NEL GIRO DI LANCETTE,ARRIVA SULLA TERRA UNA CATASTROFE,OGNI SORTE DI PENA E NON ESISTE PIù PIETa’!Quello che ci deve preoccupare è che negli ultimi anni tali eventi,naturali e che che sono sempre esistiti,sfogano la propria rabbia con troppa intensità e con troppe frequenze ravvicinate;a volte si coniugano dando vita ad interferenze a dir poco distruttive!La profezia degli antichi Maya?

Per conoscere l’intero pensiero dell’autrice basta acquistare il libro chiamando direttamente allo 0761 1763012 oppure all’indirizzo e-mail:ordini@ilfiloonline.it.

Si può anche visionare il libro su www.gruppoalbatrosilfilo.it,cliccando sulla sezione libri in primo piano,scegliendo l’opzione cerca un libro od un autore ed inserendo il nome dell’autrice:Carmela Santoro

UN PERIODO DI CRISI ARRIVA NON SEMPRE PER DESTARE SOLO PROBLEMI,MA SI AFFACCIA ANCHE PER PORTARE CAMBIAMENTI POSITIVI(dal pensiero del grande e non superato Albert Einstein)

Libro Pensieri e Realtà, Carmela Santoro

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestShare on Tumblr