A Milano martedì 14 aprile il grande evento nella nuova location dello spazio W37

RUSSIAN STANDARD VODKA EXPERIENCE

Tra design, arte e cucina molecolare

Inizia il viaggio alla scoperta dell’autentica vodka russa,

insieme alla cucina di Misha Sukyas, l’arte di Marco Morosini

e la musica di L-Train (Roy Paci & John Lui)

Quattro protagonisti per un evento unico nel suo genere. È il primo appuntamento del tour Russian Standard Vodka Experience, in programma a Milano martedì 14 aprile a partire dalle ore 21.00 nel nuovo spazio W37, nato dal recupero industriale dell’ex fabbrica Richard Ginori in via Watt 37 (zona Navigli), nell’ambito della Milano Design Week e all’interno del calendario degli appuntamenti del Fuorisalone.

Una serata all’insegna dell’incontro tra design, arte e cucina molecolare: l’autentica vodka premium russa Russian Standard, l’artista e designer  Marco Morosini, la cucina creativa di Misha Sukyas e la musica travolgente di Roy Paci & John Lui.

Promosso da Gancia, in collaborazione con Eggers 2.0, Russian Standard Vodka Experience è un viaggio alla scoperta dell’autentica vodka russa e delle sue caratteristiche organolettiche, attraverso abbinamenti affascinanti e inediti con la cucina creativa e sperimentale dello chef Misha Sukyas, l’architetto del gusto che nelle sue creazioni fonde scienza e arte. Il vulcanico chef creerà alcuni finger food a base di grano e patate che andranno a impreziosire l’esperienza sensoriale e ad esaltare le peculiarità e la qualità degli ingredienti principi di Russian Standard Vodka.

Russian Standard Experience incontrerà poi l’artista e designer  Marco Morosini, fondatore del marchio "Brandina The Original", per dare vita ad un progetto espositivo innovativo in cui saranno ambientate le serate. Martedì 14 aprile Morosini inaugurerà la sua mostra personale The Art of Selling a Bag www.marcomorosini.com/art, dedicata al rapporto tra Arte, Design e Business, che proseguirà fino al 19 aprile.

A concludere l’evento sarà la performance live di L-Train (Roy Paci & John Lui) e, a seguire Stump Valley Djset.

Dopo l’evento inaugurale del 14 aprile, le successive 5 serate, fino a domenica 19 aprile, della Russian Standard Vodka Experience saranno animate dall’esperienza sensoriale delle spume di Misha Sukyas e dalle performance musicali di:

NICOLAS BOOCHIE (aka Bernard L’Hermite) – 15 aprile

OOBE LIVE – 16 aprile

BIENOISE LIVE – 17 aprile

GUIDO SAVINI DJ SET – 18 aprile

DIDIÈ CARIA – 19 aprile

Dopo Milano, il tour di Russian Standard Vodka Experience proseguirà a Torino al Jazz Festival, fino ad arrivare ad un ultimo grande evento che darà il via al tour estivo, che toccherà oltre 50 club di tutta Italia, scelti tra i migliori della penisola.

https://www.facebook.com/RussianStandardItaly

A proposito di Russian Standard Vodka – www.russianstandardvodka.com

Dmitri Mendeleev nel 1894 elaborò la formula per la produzione della vodka più pura, fissando le perfette proporzioni di acqua e alcool. In suo onore, ogni bottiglia di Russian Standard ha orgogliosamente impressa la sua firma. Oggi Russian Standard Original racchiude nella sua essenza la visione di Mendeleev unita agli elevati standard qualitativi della distillazione del XXI secolo. Viene prodotta nella nuovissima distilleria di San Pietroburgo, che si estende su un’area di circa 30.000 metri quadrati, stabilimento tra i più moderni al mondo e perfetto sistema integrato di tecnologia ed esperienza. Russian Standard offre al mercato italiano una gamma composta da tre prodotti – Original, Platinum, Imperia – dalle caratteristiche uniche e distintive. La vodka Russian Standard è prodotta esclusivamente a San Pietroburgo poiché a soli 40 Km a nord della città si trova il Lago Ladoga, una distesa di acqua purissima di ben 17.600 metri quadrati. L’assenza di insediamenti umani nell’area circostante ha permesso all’ambiente di rimanere intatto e totalmente privo di inquinamento.

Il Certificato di origine presente su ogni bottiglia garantisce la provenienza russa al 100% del prodotto.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestShare on Tumblr