La classifica delle Dop italiane

http://www.uiv.it/la-classifica-delle-dop-italiane/

E’ il Prosecco Doc la denominazione di origine più imbottigliata nel 2013: con oltre 1,8 milioni di ettolitri, equivalenti a 241 milioni di bottiglie, le bollicine veneto-friulane costituiscono il 16% del totale Doc-Docg messo in bottiglia dai produttori italiani nel 2013, pari a 1,5 miliardi di pezzi. La quota del mondo Prosecco, sommando anche le 73 milioni di bottiglie della Docg  Conegliano Valdobbiadene e gli 1,2 milioni dell’Asolo Docg, sale poi ulteriormente, arrivando al 20% netto del totale nazionale.

Nel terzetto di testa troviamo poi Chianti (101 milioni di pezzi) e Asti, a 99 milioni. Guardando la classifica (limitata ai vini sopra i 100.000 ettolitri di imbottigliato), si nota innanzitutto una grande presenza di vini veneti: oltre ai Prosecchi, troviamo Soave (48 milioni di bottiglie), Bardolino, il Valpolicella Ripasso, che è a tutti gli effetti la prima Dop della Valpolicella, con 25 milioni di pezzi contro i 20 scarsi del Valpolicella base e i 13 dell’Amarone.

Fa la sua comparsa anche la Dop Sicilia, che finalmente incomincia a delineare quello che potrebbe essere il suo potenziale di massima, pari a circa 16 milioni di bottiglie.

Fonte: rielaborazioni Corriere Vinicolo su dati elaborati dalla Direzione generale per il riconoscimento degli organismi di controllo e certificazione e tutela del consumatore del MiPAAF, sulla base dei dati forniti dalle Strutture di controllo operanti sui prodotti vitivinicoli

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestShare on Tumblr