AZIENDE PRODUTTRICI HORECA: PENSATECI

Questa lettera aperta è indirizzata a tutte le Aziende produttrici di alimenti e bevande dedicate al mondo Horeca (Bar, Ristoranti, Discoteche, Discobar, Cocktail bar, ecc.)

Sono un Barman / Bartender (ora Docente Corsi) che negli anni passati ha visitato aziende produttrici di Alcolici, Vini, Caffè, ecc.         

Ha partecipato a degustazioni di Distillati… e molto altro.

Esaminando i tempi attuali: la clientela è sempre più preparata e conosce i prodotti che richiede nelle varie tipologie di Locali, grazie alle molte iniziative televisive, manifestazioni vinicole e alimentari sempre più seguite e visitate.

In passato (e anche ora), si incentivavano le visite alle varie aziende produttrici invitando gli operatori del settore (barman/bartender) che ‘spingevano’ i prodotti verso il consumo al bar o al ristorante.

A quei tempi, forse, era giusto così visto che erano i Barman, i Cuochi e in generale gli operatori del settore che facevano conoscere i prodotti delle Aziende visitate, anche se molti professionisti non facevano quello che le suddette aziende si aspettavano, anzi non divulgavano per niente le informazioni ricevute continuando a servire nei Locali ciò che il cliente chiedeva e niente più.

Bene, valutando la situazione attuale, le Aziende dovrebbero promuovere le loro produzioni incentivando le visite non solo ai professionisti ma molto di più ai clienti che saranno i primi a divulgare come ben viene lavorato e come deve essere servito un tal prodotto, con il passa parola e con richieste specifiche nei Locali.

Per concludere: sicuramente con visite guidate, corredate con libretti informativi, assaggi particolari con piccoli buffet (anche a pagamento a costi limitati), sarà il cliente che farà richieste specifiche obbligando i Locali a informarsi e ad aggiungere produzioni specifiche nelle loro liste.

NEWSBARTENDERS si fa promotore nel divulgare queste iniziative ‘Giornate Enogastronomiche Culturali’ con visite alle Aziende della durata di 1 o 2 ore con numero chiuso.

Si richiede alle Aziende

  • L’organizzazione della visita con responsabile che illustri i prodotti e varietà di consumi.
  • Piccolo Buffet preparazioni varie dei prodotti (anche a pagamento) Se possibile.
  • Brochure o libretti informativi per metodi di produzioni e ricette.
  • Possibilità di queste visite anche la Domenica.

L’invito è esteso alle Aziende produttrici di Vini, Distillati, Liquori, Caffè, Succhi, Sciroppi, Surgelati, Birre, Gastronomia, Alimentari, Attrezzature, Arredamento, ecc. In pratica tutto ciò che ruota intorno al mondo Horeca.

Segnalate la vostra Azienda interessata a questa iniziativa a newsbartenders.it@gmail.com

Schiveremo un Articolo nel nostro Blog: www.newsbartenders.it

2 Comments

  1. Ho letto con attenzione , devo riconoscere, l’estrema validità edattualità di quanto letto.
    Sostengo da tempo la necessità e l’esigenzadi una crescita culturale nei confronti del cliente ( utilizzatore finale ) e non esclusivamente al prodotto -azienda- e quindi prima di fare business senza preoccuparsi di seminare prima di raccogliere
    A tal proposito come chef di cucina da oltre 25anni porto come must indiscusso l’ospitalità italiana legata alle nostre radici culturali/culinarie rinosciute in tutto il mondo.
    Da anni cerco di sensibilizzare i ristoratori all’attenzione al cliente e dell’importanza del passa-parola legato ad una buona ospitalità ricevuta, e non solo al cassetto senza preoccuparsi maturare costantemente all crescita professionale del locale.
    La crisi economica corrente ha agito come una livella scremando drasticamente chi ha visto nel settore solamente un investimento lasciando spazio a chi ha investito e chi entrarà nella logica di investire nella crescita delle risorse umane e della loro professionalità.
    A tal proposito sto cercando di creare una realtà atta a questo scopo, pur mantenendo incarichi professionali come chef di cucina , si sta delineando , a breve, la possibilità di una attività di consulenza offrendo la mia esperienza , insieme ad altre figure professionali, a chi crede ancora che il settore della ricettività sia in continua crescita ed abbia sempre possibilità di crescita e di sviluppo.
    Si va dalla formazione fisica della brigata e la sua formazione adeguata sia in cucina ed in sala e via discorrendo sulle innumerevoli necessità di una struttura quale albergo, ristorante o semplice bar-caffetteria.
    Facendo i complimenti di chi ha scritto la discussione Vi saluto e Vi auguro un buon lavoro
    Marchini

    • Non mi resta altro che approvare il tuo commento nella speranza che anche le Aziende cambino il loro modo di vedere solo businnes in qualcosa che veramente dia CULTURA del bere o del mangiare. Grazie a te e auguri per il tuo futuro.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.