Contributi a fondo perduto per Micro e Piccole Imprese commerciali e di servizi
Pubblicato il 06/10/2010 per LuciaVivenzi
Stanziati 4.590.000 euro per sostenere l’innovazione e la qualificazione delle micro e piccole imprese del commercio al dettaglio in sede fissa, all’ingrosso, dei pubblici esercizi e dei servizi del territorio regionale lombardo.
Beneficiari:
Micro, piccole imprese commerciali all’ingrosso, al dettaglio in sede fissa, i pubblici esercizi e le imprese dei servizi (solo quelle funzionali al comparto del commercio) aventi sede legale ed operanti in Lombardia.
Investimenti ammissibili:
Sono ritenuti ammissibili gli investimenti le cui fatture siano emesse e quietanzate nel periodo 01/10/2010 – 30/06/2011 relativi a:
1) Investimenti tecnologici in software ed hardware evoluti a supporto dell’innovazione e per lo sviluppo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (ITC).
(es.: Sw per programmi di incentivazione della clientela, Sw per fatturazione elettronica, penne ottiche, lettori, stampanti a trasferimento termico, sistemi informatici per la ristorazione, scanner, casse touch screen, sistemi informatici per i pagamenti sicuri on-line, attrezzature per l’introduzione di tecnologie wireless o wired, progettazione e realizzazione portali internet, sw per la gestione della clientela, ecc.)
2) Investimenti in tecnologie per la sicurezza;
(es.: impianti antintrusione, antitaccheggio, casseforti temporizzate, vetrine antisfondamento)
3) Investimenti in innovazione per la riduzione dei consumi energetici e dell’impatto ambientale;
(es.: lavastoviglie, frigoriferi, congelatori, abbattitori e simili, forni elettrici e micro onde, impianti fotovoltaici, impianti solari termici, impianti di raffreddamento e condizionamento, impianti geotermici, ecc.)
4) Interventi per l’installazione di apparecchiature di pagamento sicure per conto della P.A.;
(terminale multifunzione per pagamento con moneta elettronica e l’addebito di utenze e servizi finanziari presso le pubbliche amministrazioni)
5) Investimenti per l’innovazione logistica;
(es.: sw gestionali evoluti ERP – MRP; gestione informatica per il trasporto, le consegne,… sistemi di comunicazione basati sulla radiofrequenza si movimentazione della logistica commerciale; mezzi ecoefficienti per la movimentazione delle merci; ecc.)
6) Investimenti in innovazione delle strutture;
(es.: vetrine con schermi touch screen, attrezzature ed arredi elettronici o informatici, distributori automatici dei prodotti, ecc.:
Non sono ammessi investimenti in leasing. Non sono ammesse fatture pagate in contanti o con assegni circolari.
Contributo:
Contributo a fondo perduto pari al 50% dell’investimento ammesso.
Per la misura 4 “Interventi per l’installazione di apparecchiature di pagamento sicure per conto della P.A.” il contributo è elevato al 70%.
L’investimento minimo è di 5.000,00 euro (IVA esclusa).
Il contributo massimo assegnabile è di 7.500,00 euro.
Per la misura 3 “Investimenti in innovazione per la riduzione dei consumi energetici e dell’impatto ambientale” il contributo massimo è innalzato a 10.500,00 euro.
GVF – Finanziamenti Agevolati
Segue il cliente in tutte le fasi procedurali previste dal bando di agevolazione, dalla verifica dei requisiti di ammissibilità, alla redazione della domanda di agevolazione, alla stesura di tutti gli allegati, fino alla rendicontazione conclusiva finalizzata all’erogazione del contributo riconosciuto dall’ente finanziatore.
Costo della Pratica:
Il costo per la predisposizione della domanda sarà richiesto solo dopo la conferma di prenotazione del contributo da parte dell’Ente.
Per ottenere maggiori informazioni scrivere a finanziamenti@gvf-finanziamentiagevolati.it

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestShare on Tumblr