Non prendete il vostro menu per scontato e non fare l’errore di presentare un menu di un ristorante creato in modo casuale.

Elaborare una strategia è fondamentale!
Una strategia di successo

  • deve avere degli obiettivi ben definiti,
  • deve essere frutto di una ricerca minuziosa
  • deve essere comunicata nel modo giusto.

Per questo non possiamo sottovalutare, mai, nessun aspetto.

Programmando o aggiornando un menu bisogna tener conto innanzitutto del tipo di clientela, o meglio, del tipo di clientela che vorremmo frequentasse il nostro locale;

Il menù deve quindi essere curato nei minimi particolari, in quanto strumento di vendita e promozione, vero biglietto da visita del locale.

Aggiornare e cambiare “la carte“, non disorienta i clienti. Tutt’altro, è spesso interpretato in modo positivo perché stimola la curiosità e rinnova l’interesse per il vostro ristorante.

Il menu è un elemento base della comunicazione di un locale.

Porgere la propria lista menu o carta dei vini rappresenta da sempre per il ristoratore il primo vero impatto con il cliente, è forse il momento più rappresentativo di quanto si voglia da subito comunicare della propria arte e della propria cucina.

Sempre più spesso esperti del Menu Engineering sottolineano l’importanza di questo strumento che, se usato correttamente, diventa un mezzo di comunicazione dalle potenzialità altissime, attraverso il menu infatti, oltre alla presentazione dei piatti, si può raccontare la storia di un locale o di una famiglia, dare informazioni sugli ingredienti dei piatti e relativi tempi d’attesa, informare correttamente il cliente mettendolo da subito a suo agio e incoraggiandolo nella scelta dei piatti.

il Menù Cartaceo in ristorante è l’unica “promozione” della tua offerta che il cliente leggerà di sicuro (tempo di lettura medio: 109/120 secondi).

Guardare e sfogliare il menu è una delle prime cose che un cliente fa una volta sedutosi al tavolo di un ristorante, ovviamente. Questa semplice considerazione fa capire quanta importanza possa avere un elemento che invece molto spesso viene trascurato dai gestori o dai proprietari dei ristoranti.

A volte il menu non è altro che un insieme di fogli scritto alla bell’e meglio, poco curato nello stile e nell’aspetto. Invece è importante sapere che presentare in modo efficace i propri piatti e le bevande della casa può incidere molto sul fatturato e quindi sui profitti di un ristorante, il menu è infatti, se ben fatto, un prezioso e utilissimo strumento di vendita.

Coerenza. Cercate di dare un’immagine coerente dell’intero locale, perciò fate attenzione a coordinare il più possibile arredi, accessori e utensili, nei colori o nello stile. Per esempio cercate di avere porta menu, porta pane e segnaposto in pendant.

Al fine di mantenere i profitti e prezzi accessibili per i clienti, ogni elemento sul menu del ristorante dovrebbe essere valutato per determinare il cibo in termini di costi con l’importo effettivo che costa a te e il giusto valore di vendita.

  • Menù a prezzo speciale
  • Menu Degustazione: se come Chef o direttore di ristorante, ti senti in grado di formulare un menu particolare, puoi valutare di offrire uno o più menu degustazione; il consiglio è di limitarlo all’ordine per tutto il tavolo, per aiutare l’organizzazione in cucina.
  • Menu stagionale, per dare varietà e novità e per rendere evidente che state usando prodotti di stagione

Si aggiungono le possibilità legate a gruppi di clienti specifici con:

  • Menù per Vegetariani: la richiesta di piatti vegetariani è sempre più alta; il consiglio è di lasciare sempre qualche piatto adatto a chi segue una dieta priva di carne o, nel caso di un elevato numero di richieste, di creare un vero e proprio menu vegetariano.
  • Menù per Vegani: avere anche se pochi piatti per Vegani.
  • Menù per Celiaci: (ossia senza glutine) avere anche se poche proposte per intolleranti.
  • Menù per Bambini: se il tuo ristorante è orientato verso una clientela familiare, un menu per bambini è sempre una buona proposta, apprezzata dai piccoli e soprattutto dai grandi.

La scelta del menu ristorante è collegata anche all’organizzazione della sala e della cucina: un’offerta anche moderata ma non ben calibrata nei tempi di preparazione, in carta presuppone una buona organizzazione dello staff. Se così non è, andrà ad incidere negativamente sui tempi di attesa.

Nessuno vuole aspettare mezz’ora tra un piatto e l’altro.

Si sconsigliano Menù eventi proposti il Sabato sera se già il Ristorante è spesso al completo.

IN CONCLUSIONE CARATTERISTICHE INDEROGABILI DELLA “CARTA” MENU’:

Aggiornare sempre il menu. / Spiegare i piatti. / Puntare alla leggibilità. / Individuare le priorità.

Originalità. / Pulizia, igiene, integro. / Stile.

  • E ora un pensiero dello Chef Antonino Cannavacciuolo.

Voglio diventare Chef! Non basta però amare la cucina, per riuscire in questo ambiente serve una dedizione assoluta, non solo per i primi tempi, per sempre. Pensaci bene. 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestShare on Tumblr