‘PIETRAMARINA’ VINO ETNA BIANCO SUPERIORE, Denominazione di Origine Controllata

AZIENDA AGRICOLA BENANTI:  http://www.vinicolabenanti.it/it/azienda/

VINO Benanti Pietramarina Etna Superiore Zona di produzione: c/da Caselle, nel versante est dell’Etna, comune di Milo (Ct). Solo l’Etna Bianco prodotto in questo comune può fregiarsi del titolo di Superiore.

Altitudine: 950 m slm.

Clima: è quello di alta collina con notevoli sbalzi di temperatura tra giorno e notte.

Terreno: sabbioso, vulcanico, ricco di minerali, a reazione sub acida.

Vitigni: Carricante 100%, allevato ad alberello in parte franco di piede.  Questo vitigno autoctono si coltiva solamente sull’Etna. Il nome sembra sia stato attribuito dai viticoltori di Viagrande per le sue attitudini a dare una buona produzione costante negli anni. I grappoli, a maturazione, sono di media lunghezza, mediante spargoli. L’acino è di grandezza media con buccia molto pruinosa di colore verde giallognolo, polpa succosa e sapore semplice e dolce.

Età dei Vigneti: 80 anni.

Vinificazione: le uve maturano nella seconda-terza decade di ottobre. Vengono pressate con spremitura soffice del grappolo intero. La fermentazione si svolge ad una temperatura di 18-20°C in serbatoi d’acciaio. Il vino è lasciato maturare per almeno un anno in vasca, prima di essere imbottigliato.

Affinamento: in bottiglia per 10-12 mesi.

Caratteristiche Organolettiche: – colore: giallo paglierino con accesi riflessi verdi.
– odore: intenso, ricco, ampio, fruttato con sentori di fiore di zagara e di mela matura.
– sapore: secco, armonico con piacevole acidità. Gradevolissima la persistenza aromatica con retrogusto di anice e mandorla.

Gradazione Alcolica: 12-13% vol.

Temperatura di Servizio: 12-14°C. Servire in calici adatti a vini bianchi di corpo.

Abbinamenti Gastronomici: si abbina ottimamente con tutte le pietanze, anche elaborate, a base di pesce.

Durata: esprime la sua finezza fruttata dopo quattro anni dalla vendemmia. Conserva le sue caratteristiche organolettiche, evolvendosi, per diversi anni.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestShare on Tumblr