Empoli da bere
Un modo nuovo di visitare la cittadina toscana grazie ai coktail Gambacciani

Empoli offre oggi al viaggiatore curioso un modo nuovo per gustarne il sapore. All’ora dell’aperitivo, in questa parte di Toscana è possibile sperimentare (senza esagerare) un vero e proprio tour del cocktail.

Nel 1930 o giù di lì un giovane farmacista, appassionato di chimica applicata al palato, creò una china squisita chiamandola col suo nome. Ebbe successo in Italia e all’estero per poi diventare un prodotto di nicchia. Oggi Scelta Frizzante srl di Marco Corradini, in collaborazione con Leonardo Gambacciani, figlio di Otello, quel farmacista, ha riallestito il liquorificio e recuperato la china empolese, insieme a tanti altri prodotti da lui formulati; bitter, limoncello, Elfo Rosso, vermouth. gin, amaro al carciofo…, ottimi di per sé, talora sorprendenti nei cocktail.
Così in Piazza della Vittoria, proprio a ridosso del Giro d’Empoli, al Vinegar l’aperitivo empolese è il “Denassega” intercalare locale (che semplifichiamo nel termine accidenti! ): Elfo Rosso, liquore ai fiori di Sanbuco, succo di pompelmo rosa. Da Beppino e Moreno, cuore d’Empoli negli anni ’60, si può gustare “Lo struscio d’Empoli”: il nome nasce dall’ incontro in piazza de’ Leoni a giri invertiti di uomini e donne, tipicità d’altri tempi: mixa sambuca Gambacciani, bitter Gambacciani, succo d’arancia, prosecco e vodka al melone. In via Roma il Ramerino presenta il “Basilisco”: omaggio a Harry Potter: con Elfo Rosso, pompelmo rosa, foglie di basilico battuto e Cointreau. Al Vitto di Caluti sperimentazione ardita con lo “Spritzjto”: rum bianco, rum scuro, elfo rosso, lime, zucchero di canna, foglia di menta, prosecco. Atmosfere inglesi al Panificio Panchetti, in via Chiara, dove c’è da gustare il “Prohibition”: gin Gambacciani, amaro di carciofo, soda e foglietta di rosmarino. Al Bar Vittoria, nel centenario del conte fiorentino, quello del “Negroni”, naturalmente, l’aperitivo è il “Camillo Gambacciani”: sambuca Gambacciani, amaro empolese, bitter Gambacciani, caffè liquido e rosa d’ arancia. Ancora il conte con il “Negroni della Birroteca”in via Ridolfi: gin Gambacciani, vermouth, bitter Gambacciani, con aggiunta di amaro di Genziana abruzzese, scorza d’arancio e liquirizia come garnish. Palato floreale al Bar Azzurro con il Ruspritz: Elfo Rosso, estratto di rosa, Franciacorta brut extra dry e soda decorato con rosa, naturalmente edibile.

Il principe degli aperitivi empolesi, almeno a giudicare dalla giuria cherecentemente ha valorizzato barman e cocktail empolesi by Gambacciani, presieduta da Bruno Vanzan, è lo “0571 Elisir aperitivo” del Ci Risiamo in via Roma. Un drink velluto. Per il velluto occorrono limoncello Gambacciani, sciroppo di violetta, vodka, poche gocce di peach bitter. Il drink prevede vermouth Gambacciani, amaro di carciofo Gambacciani decorato con arancia essiccata e fiori…Insomma, non c’è che l’imbarazzo della scelta.

CONTATTI
Ufficio Stampa
Graziano Mancianti
rocca @leonet.it