Salute & benessere

Sportivi, mai senza latticini

Latte e derivati sono alimenti ideali dopo lo sport. E non solo perché consentono di ripristinare le riserve energetiche intaccate durante l’attività fisica, ma anche perché forniscono l’energia, il calcio e le proteine di elevata qualità, necessari per i muscoli sollecitati dall’attività fisica. Inoltre consentono di recuperare le perdite idriche e saline, legate alla sudorazione, e le scorte di zuccheri consumate per sostenere l’impegno muscolare.

Grazie al suo contenuto di acqua, di carboidrati (presenti in quantità simile a quella di molte bevande formulate per gli atleti), di proteine e di elettroliti, il latte può essere considerato uno sport drink “naturale” e rappresenta una valida alternativa (perdipù low cost) ai tradizionali integratori salini e proteici. Sul ruolo del latte nell’alimentazione degli sportivi si stanno concentrando molte ricerche, tanto che di recente il Journal of the International Society of Sports Nutrition  ha pubblicato una review degli studi condotti a livello internazionale.

Anche lo yogurt costituisce una buona fonte di nutrienti per le fasi di recupero post-sportive, da assumere parallelamente a una adeguata quantità di liquidi.

Quanto al formaggio si rivela ideale Entro 30 minuti dalla conclusione dell’attività fisica è utile provvedere al ripristino delle riserve energetiche intaccate durante l’allenamento e al rifornimento di quei costituenti necessari per la riparazione o la costruzione dei muscoli sollecitati.

In pratica, dopo una seduta in palestra (soprattutto se sono stati fatti allenamenti prevalentemente di potenza) i nutrizionisti consigliano di consumare Parmigiano Reggiano o Grana Padano e una mela. E di prevedere nel pasto successivo un buon apporto proteico, ad esempio con formaggio magro e bresaola condita con olio e limone.

Al termine di un’uscita in bicicletta lo spuntino ideale sarà invece costituito da uno yogurt con pane e marmellata, seguito a distanza di circa tre ore da un pasto prevalentemente a base di carboidrati come spaghetti ai pomodori freschi e ricotta.

Se invece si è appena conclusa una lezione di aerobica è consigliabile consumare un frullato di frutta a base di latte e, nel pasto successivo, semplici spaghetti al pomodoro.

Per saperne di più sul ruolo dei prodotti lattiero caseari nell’alimentazione degli sportivi si possono scaricare i numeri monografici de L’Attendibile attraverso questi link:

www.assolatte.it/assolatte/assolatte_informa_subcat.jsp?subcat_id=509&cat_id=1

www.assolatte.it/assolatte/assolatte_informa_subcat.jsp?subcat_id=415&cat_id=1

 

 

Sport

http://www.caricature.com.sg/2008/07/caricatrue-for-microsoft-apac-team.html

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestShare on Tumblr